Unico/F24

Dichiarazione dei redditi per le persone fisiche ed altri contribuenti e modello di versamento delle imposte.

 

 

Che cos'è

 

Il modello Unico è il modello ordinario di dichiarazione dei redditi; si tratta di un modello unificato tramite il quale è possibile effettuare più dichiarazioni fiscali.

 

Per una corretta presentazione del modello Unico è necessario:

  • compilare il modello in tutte le sue parti;

  • calcolare i versamenti;

  • effettuare i versamenti;

  • presentare la dichiarazione.

 

A differenza del modello 730, nel modello Unico i versamenti delle imposte sono effettuati direttamente dal contribuente attraverso il modello F24, che deve essere presentato in banca o in posta.

 

Il contribuente può effettuare direttamente la compilazione del modello ed i calcoli dei versamenti o può richiedere assistenza alla compilazione al CAF MCL, appositamente abilitato a svolgere questa attività.

 

 

Chi può presentarlo

 

Tutti i contribuenti, se sono persone fisiche, possono utilizzare il modello Unico.

 

Il Modello UNICO Persone Fisiche deve essere utilizzato per dichiarare i redditi relativi all'anno considerato sia nel caso in cui la dichiarazione venga presentata in forma unificata sia quando non sussiste tale obbligo.

 

 

Chi è obbligato alla presentazione

 

Sono invece obbligati a presentare la dichiarazione in forma unificata i contribuenti tenuti alla presentazione di almeno due delle seguenti dichiarazioni:

  • redditi;

  • IVA;

  • IRAP.

 

Sono obbligati a presentare il modello Unico anche quei contribuenti che hanno gà presentato il modello 730 ma che devono dichiarare altri redditi non previsti in quel modello.

 

È obbligato a presentare il modello Unico PF anche l'erede del contribuente deceduto.

 

 

Termini di presentazione

 

La dichiarazione può essere presentata:

  • dal 1° maggio al 30 giugno, se la presentazione viene effettuata per il tramite di una banca o di un ufficio postale;

  • entro il 31 luglio se la presentazione viene effettuata in via telematica, direttamente dal contribuente o se viene trasmessa da un intermediario abilitato alla trasmissione dei dati (CAF, commercialisti, ecc.) o da un Ufficio dell'Agenzia delle Entrate.

 

Se queste date cadono di sabato o di domenica la scadenza è prorogata al primo giorno feriale successivo.

 

Tutti i versamenti a saldo che risultano dalla dichiarazione, compresi quelli relativi al primo acconto, devono essere eseguiti entro il 16 giugno o entro il 16 luglio.

 

Se queste date cadono di sabato o di domenica la scadenza è prorogata al primo giorno feriale successivo.

 

 

Errori e dimenticanze

 

I contribuenti possono integrare la dichiarazione eventualmente già presentata, presentandone una successiva interamente compilata. In questo modo sarà possibile esporre redditi non dichiarati in tutto o in parte o evidenziare oneri deducibili o per i quali spetta la detrazione, non indicati in tutto o in parte nella dichiarazione precedente.

 

La differenza tra il maggior credito o il minor debito risultante dalla dichiarazione, rispetto all'importo del credito o del debito emerso dalla precedente, potrà essere indicata a rimborso, o come credito da portare in diminuzione da ulteriori importi a debito.

 

Se viene presentata entro il 31 luglio si tratterà di una dichiarazione correttiva nei termini. Se viene presentata successivamente al 31 luglio si tratterà di una dichiarazione integrativa.

 

 
 
 
  • Facebook Classic
Servizi MCL Srl
P.IVA 01776260471